© By Intel Free Press [CC BY-SA 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)], via Wikimedia Commons

Piccoli digitali crescono

Redazione - 28 Ago 2017 - 16:08
Ascolta l'articolo:

Next City Lab, il gruppo di ricerca sull’innovazione nelle trasformazioni del territorio e delle città che opera all’interno del Dipartimento di Architettura e Design dell’Università di Ferrara, ha effettuato una ricerca commissionata dalla Cooperativa Minerva di Genova per verificare le abitudini delle famiglie in relazione all’uso di dispositivi digitali.

Dall’indagine, che ha interessato 22 nidi d’infanzia del Comune di Genova, attraverso la somministrazione di 600 questionari, è emerso un uso significativo dei dispositivi sin dalla prima infanzia: il 17% dei bambini compresi nella di età sino ai 36 mesi dispone di uno smartphone, un televisore o un tablet a uso personale.

Sono varie le implicazioni di un trend che anche altri studi collocano in crescita: il Centro per la Salute del Bambino Onlus di Trieste ha pubblicato i risultati di una indagine, la prima in Italia e tra le poche a livello internazionale, per comprendere le abitudini di utilizzo dei dispositivi digitali delle famiglie con bambini da 0 a 6 anni.

L’utilizzo delle tecnologie digitali (TD), avvertono i responsabili della ricerca, si è ormai diffuso anche nelle età più precoci, facendo sorgere interrogativi sulle sue implicazioni per lo sviluppo del bambino e sulla sua relazione con i genitori.

Leggi l’articolo di Gianluca Cristoforetti (@Secolo XIX, 21 agosto 2017)

Vai all’indagine del Centro per la Salute del Bambino Onlus 

Potrebbero interessarti