La metamorfosi degli italiani

autore Enzo Risso
titolo Con rabbia e speranza. Il nuovo volto dell'Italia in cerca di riscatto
editore Guerini & Associati
anno 2016
collana Sguardi sul mondo attuale
pp 190
isbn 978-88-6250-645-8
Ascolta l'articolo:

Come sono cambiati gli italiani dall’anno 2000? E come hanno reagito alle recenti novità che hanno segnato l’ultimo periodo, tra crisi economica, emergenza ambientale, crisi occupazionale, unioni civili e Brexit?

Circa 70mila sondaggi, condotti da SWG –  la società di cui l’autore Enzo Risso è il direttore scientifico – sono la preziosa materia grezza con cui modellare al di là di stereotipi e generalizzazioni, una nuova tipologia identitaria degli italiani.

Il libro si ripromette, riuscendovi, di cogliere l’Italia e gli italiani in un contesto di transizione, in cui risulta evidente una cesura molto forte con le narrazioni e gli schemi con cui gli italiani erano soliti autorappresentarsi, mentre le aspettative riguardo al futuro, in un quadro caratterizzato da una estrema velocità di mutamento dei paradigmi, appaiono sotto il segno positivo. Tra rabbia e speranza fissa quindi già nel titolo i due sentimenti dominanti, ma non gli unici, da cui caratterizzati gli italiani del presente.

Emergono disincanto e disillusione verso le attese create, nell’ultimo decennio del Novecento, dalla fine del blocco est-ovest e dalla fine della Seconda Repubblica; i valori politici di un tempo non remoto, anzi, sono messi in secondo piano rispetto all’avanzata di una “politica per affinità”, più fluida, più legata all’adesione (anche temporanea) piuttosto che all’appartenenza: la crescita del “voto sciamico” e del partito dell’astensione ridisegnano un’Italia rabbiosa nei confronti della propria classe dirigente, da cui chiedono innanzitutto onestà e rispetto.

Di particolare interesse le richieste in tal senso provenienti dalle generazioni più giovani, cui SWG dedica da anni focus e inchieste particolareggiate: l’ultima in ordine di tempo la rilevazione in due tempi (luglio e ottobre 2017) commissionata da Legacoop Liguria, che fotografa il rapporto tra giovani e lavoro nella nostra regione.

Potrebbero interessarti